Visualizzazione di 4 risultati

ARTElibera
via Corte d'Appello, 28 - 09124 Cagliari 3207038922 liberati46.angelo@gmail.com IVA/C.F.: 03946100926/LBRNGL46H02D773T

Negozio online del pittore Angelo Liberati.

Biografia (da wikipedia):
A Roma nei primi anni sessanta frequenta la Scuola Comunale di Arti Ornamentali e dal 1964 conosce e frequenta lo studio del pittore italo-argentino Silvio Benedetto. Entra in contatto con le esperienze della Pop Art romana[1], frequentando le gallerie romane più importanti in quegli anni: Galleria Due Mondi, Il Fante di Spade, L'Attico, La Nuova Pesa[2].

Nel 1970 si trasferisce in Sardegna, dove porta una ricerca influenzata dalla Nuova Figurazione[1]. A contatto con le neoavanguardie isolane - Galleria Sinibaldi, Il Basilisco (di Francesco Tanda), Arte Duchamp - elabora una poetica che affianca alla componente pittorica il linguaggio della Poesia visiva[2] e le tecniche della Pop art (décollage, collage)[3][4][5][6] e che all'ordine logico sovrappone quello dell'intuizione poetica[7]. Il suo segno grafico è influenzato da Renzo Vespignani[6][8].

Tematiche di impegno civile e di denuncia emergono spesso nei suoi lavori, fin dagli anni sessanta[9], come pure la sensualità del nudo femminile e la scrittura; a queste si aggiungono, a partire dagli anni ottanta, tracce di memorie storiche locali[4][10].

Altra caratteristica ricorrente nella sua produzione pittorica sono i riferimenti iconografici al cinema[11][12] (Fragole e Sangue, 1978-1979[13]; ciclo sul cinema di Luchino Visconti, 2006[14], dipinti dedicati ai film di Michelangelo Antonioni, nel centenario della nascita, 2012[15]) alla musica[16] e alla letteratura ( Dante[17][18], Ariosto[19], Bob Dylan[8]).

Il lavoro di Liberati è stato documentato da diversi cortometraggi e opere di videoartisti (Tonino Casula, 1981; Andrea Frisan, 2003; Gino Melchiorre, 2004, 2005, 2008, 2011, 2012, 2013).